Archivi

Tutti gli articoli per il mese di marzo 2013

Pasqua in solitaria.

Pubblicato 31 marzo 2013 da lapolemicadomata

Pasqua con una minestra davanti alla tv da sola. Non sono credente quindi la cosa non mi sconvolge più di tanto. Ma in certi giorni di festa e convivialità universale, i turni infernali di mio marito al lavoro possono effettivamente risultare più pesanti. Mai che pensino a situazioni del genere tutti quelli che con sarcasmo colmo di invidia sanno sempre far il loro commentino sui nostri viaggi. “Siete sempre in giro voi…noi sempre al lavoro..!!”

Annunci

Un nome d’annata.

Pubblicato 30 marzo 2013 da lapolemicadomata

Sarà che per mia fortuna mamma e papà hanno sfoggiato tutta la loro fantasia e originalità quando è stata ora di depositare il mio nome all’anagrafe. Mi piace! È breve, raro, elegante, ha carattere. Fin dall’asilo c’ero solo io a rispondere a quel suono, e così alle elementari, alle superiori, in facoltà, nei gruppi di gioco e di sport. Non è mai stato necessario aggiungere il cognome per farmi riconoscere al telefono. O darmi un numero per far chiarezza nei campi estivi. Però poi c’erano le Alessia, Ilaria, Marta, Chiara, i Paolo, Alberto, Marco, Stefano… La mia rubrica è un’infinita raccolta di questi nomi che affollavano gli anni ’80. E anche oggi ci son i cicli e ricicli dei nomi, quelli di moda. Che i genitori se ne fregano ce l’abbia uguale il vicino di casa, l’amichetto, il compagno di stanza, etc… Percorrendo la corsia di ostetricia ho potuto leggere sulle porte: Sofia, Giulia, Tommaso, Leonardo, Emma, Giulia, Leonardo, Tommaso, Emma, Sofia, Tommaso, Emma…. Menomale che il braccialetto ha anche un numero!!

Biciclette off limits.

Pubblicato 29 marzo 2013 da lapolemicadomata

Oggi sono furiosa con gli inquilini del palazzo dove do in affitto un alloggio. Una piccola palazzina, tranquilla in zona altrettanto tranquilla. Lasciassero tranquilla anche me…! La nuova ragazza nel mio appartamento è giovane, buona e cordiale. Per andare al lavoro si è comprata una bicicletta. Al suo primo tentativo di parcheggiarla in cortile è stata prontamente bloccata dal noioso, invadente e saccente 35enne del piano terra. Si impegna a risolvere alcuni lavoretti come lampadine bruciate delle scale, cura delle rose rampicanti…e poi si comporta come fosse il padrone di tutto e di tutti, sentendosene in pieno diritto. Lui le biciclette in cortile non le vuole, ingombrano e fanno disordine, mica come la sua moto da gran turismo sistemata in un angolo che ha ormai usucapito. Suggerisce con un’arguzia imbarazzante di legare la bicicletta appena acquistata al palo della luce sul marciapiede fuori dal portone eeee la bici viene rubata già la terza sera. La ragazza, demoralizzatissima, me lo racconta con meno nervoso di quello che stava montando a me. Adesso devo sfogarmi con l’amministratrice condominiale, proprietaria anche lei e sempre ostile alle innovazioni. Pretendo solo una rastrelliera in zona bidoni della raccolta differenziata. Non darà fastidio a nessuno, anzi, offrirà una agevolazione che mi pare proprio scontata in un cortile condominiale in città. Ma sarà una lotta!

Una Apple al giorno…

Pubblicato 28 marzo 2013 da lapolemicadomata

Da tempo sono in lotta con la politica Apple. I prodotti a parer mio hanno grosse lacune. Su IPad, la mancanza di slot x memory card e di una porta usb ne limita di molto gli utilizzi. In un attimo potrei scaricare documenti da una chiavetta o copiare le fotografie direttamente dalla card della mia fotocamera. Molti altri tablet l’hanno giustamente ritenuto interessante. I prezzi, partendo anche dai modelli base, sono alti fino a raggiungere cifre spaventose se si necessita di un po’ di memoria in più, visto che non è espandibile (altra grave pecca). Gli accessori, partendo dalle cover (essenziali vista la fragilità) ad arrivare alla cavistica, hanno costi sproporzionati e quasi imbarazzanti. 39€ per un’aletta magnetica in pvc… A completare il tutto questa mania di fare uscire un upgrade, o chiamiamolo magari restyling visto che le migliorie son sempre molto ridotte e centellinate, ogni tre/quattro mesi che rende obsoleti, svalutati e semi inutilizzabili i modelli precedenti. Inutilizzabili perchè le nuove app concepiscono solo l’ultimo modello di apparecchio, le app vecchie crashano e non supportano più gli aggiornamenti, non si trovano più in commercio cover e accessori. Jack e cavi cambiano, così in casa ti ritrovi caricabatterie di più modelli sparsi in giro. Senza sottovalutare lo status symbol: se hai un IPhone 4s ormai sei un perdente! Sono incoerente, scrivo da un Apple, ma non sono d’accordo!!

Nudismo in crociera.

Pubblicato 27 marzo 2013 da lapolemicadomata

Ho letto su una rivista: “Crociera Msc per nudisti, tutto esaurito!”. Incuriosita, l’articolo parlava, come da titolo, di questo viaggio in nave per soli naturisti, con prezzi a partire da 600€ circa, nel mar dei Caraibi. Gli abiti vengono lasciati nelle cabine e ogni attività sarà svolta senza veli, tranne la sciccosa cena col Capitano. Mi chiedo subito come si possa garantire pulizia e igiene. Solerti camerieri (nudi?!) che scattano a rinfrescare la sedia prima che venga utilizzata dalle parti basse di un nuovo cliente. Chiappe chiare che sfiorano i buffet mentre ci si accalca per gli ultimi gamberetti. E che non sono una da puzza sotto il naso…ma proprio non riesco ad immaginare. Anzi, immagino situazioni demenziali! Pare in ogni caso che questi “dettagli” vengano superati con nonchalance dai partecipanti, così numerosi da far organizzare nuove mete al tour operator, imminenti Baltico e Polinesia. Si definiscono amanti della libertà (la vacanza viene identificata col termine freedom), senza farsi influenzare dall’opinione esterna, propongono il loro corpo con sicurezza e autostima. Sarà, ma a me sa tanto di voyeurismo…

Furti in bolletta.

Pubblicato 26 marzo 2013 da lapolemicadomata

Ogni bolletta che arriva è un dramma! La cifra è sempre più alta di quel che mi aspetto e montano nervoso e domande. Come è possibile? Quando ho consumato tutto questo? Volti il foglio e a breve capisci che…che non ci capirai mai nulla! Figurati se ti scrivono “Dal 1/01/2013 al 28/02/2013 hai consumato tot e quindi spendi tot”. Ehh sarebbe troppo facile, chiaro, pulito! Allora mettono gli acconti, le letture effettive miste a quelle stimate, l’iva del mese successivo ma poi il conguaglio per il mese precedente e altre cose che non comprendo nemmeno dalla dicitura. Rimani mezzora incantato e incaz..to davanti a sta marea di numeri, poi ti tocca pagarla comunque. Ma a me non va giù. Non mi tolgo dalla testa la cifra spesa per acquistare tutte lampadine a basso consumo e i nuovi elettrodomestici classe A++. I maglioni che ho portato in casa tutto l’inverno per poter tenere qualche grado in meno sul termostato. La premura di spegnere ogni luce appena uscivo dalle stanze. E allora questo risparmio dov’è? Per ora ho solo speso di più per garantirmi apparecchiature che mi avrebbero (quando??) fatto spendere di meno!
A volte mi imbarco in titanici cambi di gestore e anche lì, con spese di chiusura, caparre mai viste indietro e a volte anche penali, prima si paga e poi il risparmio resta una speranza. Vana.
Vive bene chi fa come mia mamma. Si infastidisce e si lamenta della spesa quei 10 minuti dopo l’apertura della busta e poi riparte coi consumi di sempre, senza farsi venire sangue gramo e mal di testa inutili. Ma io sono diversa. Sono stanca di subire e abbassare la testa solo perché la lotta porta più stress che risultati.

Pessime abitudini feline.

Pubblicato 25 marzo 2013 da lapolemicadomata

Sono molto preoccupata. Da 9 mesi abbiamo cambiato casa. Son passata da un alloggio ad una villetta con giardino, in città, una zona tranquilla. Ovviamente il mio micio di 7 anni è venuto con noi. Gatto castrato, in alloggio fin da piccolissimo, molto nervoso ma educato. Temevo non si sarebbe ambientato molto facilmente e che avrebbe visto come nemici tutti i suoi simili che già popolavano la via. E invece in un batter d’occhio è tutta casa sua ed è anche capo indiscusso della comunità. Impara così a schizzare per marcare il territorio e inizia a farlo anche in casa quando, dopo poche settimane, gli prendiamo una sorellina, che lui non tollera particolarmente. Per fortuna in casa capita abbastanza raramente ma fin troppo spesso per i miei gusti quando mi ritrovo a far due/tre lavatrici di seguito tra tappetini e tende. Come se non bastasse anche la gattina, vivace e arrogante come poche, ha preso, imitando chi non so, a far i bisogni scavando i vasi sia in casa che fuori. Son costretta a ricoprire fiori, fragole, piante aromatiche, arrotolando reti tutto intorno. Li colgo così raramente sul fatto che sgridarli con qualche speranza di insegnamento è un’utopia. Hanno preso una piega che non mi fa star tranquilla un attimo… 😓

PAROLE DI GUSTO

Le dolci frivolezze di Lisa Lini

frigadindi

Impara la tua direzione da gente che non ti assomiglia

CAPITOLO 11- La Dona

In via delle "Parole Sparse"

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Garden tourist

Exploring garden design culture (Italian & English)

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Viaggiando con Bea

E' bello raccontarvi dei miei viaggi e dei miei esperimenti tra i fornelli

Carissima me,..LA FORZA DELLE DONNE!

Ci vorrebbe un supereroe per vendicare tutte le donne con il cuore spezzato..mi candiderei molto volentieri..sarei perfetta come Wonder Luppy!!! Carissima me,..#LEGGETE PER CREDERE!

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Affy

a fine binario

La Lunatica V.

Trova rifugio nella tua mente.

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Elisabetta Pendola, blogger per pochi

Le mie cicatrici sono come il sorriso sui sofficini