Archivi

Tutti gli articoli per il mese di luglio 2013

Chi è più delinquente?

Pubblicato 31 luglio 2013 da lapolemicadomata

Ladri al supermercato reprise.
Un biglietto nella buca delle lettere avvisa mia mamma che il suo portafoglio (rubato giorni prima) si trova alla stazione dei vigili urbani. Andarlo a ritirare quanto prima.
Nessun nominativo da ringraziare a dovere: è stato trovato dal postino in una cassetta di raccolta posta.
Il contenuto è integro. Fotografie, carte fedeltà, bancomat, documenti e patente. Ma ecco la gabola. Alla restituzione, la patente viene tagliata in due con una forbice dal funzionario. “È un documento non duplicabile” spiega fiera l’addetta, mostrando la scritta che capeggia sul vecchio libretto malandato. E quindi? Che vuol dire? Mica voglio un duplicato. È qui, è lei, la mia, l’unica da 45 anni!!
Niente! La patente è da rifare. A pagamento, se si vuole approfittare dell’agenzia in città. Gratis, se ci si reca fino alla motorizzazione provinciale. (Ma le nuove fototessere te le paghi!)
Quindi, quando il cervello lo usano i ladri – ti rubano 60€ in contanti ma ti fanno almeno riavere quel che è più caro e importante – ci pensano poi le autorità e la burocrazia a buttar nella spazzatura quel minimo di furbizia che si poteva auspicare!

Annunci

La nuova generazione dei figli viziati.

Pubblicato 21 luglio 2013 da lapolemicadomata

No! Non è proprio la generazione giusta per fare un figlio.
Non oserei mai ospitare nel mio giardino una festa di compleanno.
Non potrei mai relazionarmi con le giovani mamme di oggi.
Su facebook decine di post e commenti sul colore delle feci dei figli.
C’è chi si vanta che il suo pupetto tenerello non mangia nulla, non gli piace nulla povero tatino…
E quelle che, orgogliose, dichiarano di esser state svegliate alle 6 di mattina da un calcio in testa del bimbo che ancora non se lo sogna di dormir da solo.
Ometti che a 4 anni sfoggiano ancora pannoloni (taglia ‘casa di riposo’ immagino).
La navata centrale, durante un matrimonio, che si trasforma nel parco giochi di una decina di bimbi che corrono, battono le mani e urlano senza che nessuno li fermi.
Mi sento anche raccontare ‘Il mio monello non posso lasciarlo a casa col suo papà, perchè se no lo graffia tutto…’
Ma qui siamo pazzi! E se li mando a quel paese sono io l’insensibile che non capisce nulla perchè NON E’ MADRE.
Ma care signore (chiamarvi madri mi inorridisce), non sarò mamma ma ho avuto una mamma e lei certe cose MAI si sarebbe sognata di permettermele.
Questa foga di proteggere il proprio figlio a priori, senza sentir ragioni, non è propria degli anni passati e sta rovinando le nuove generazioni.
Vengon su bimbi repressi, violenti, maleducati e irrispettosi. Viziati, sempre malati e fobici. Saranno degli adolescenti con principi deviati, a cui tutto è dovuto. Arroganti, con genitori sempre sottomessi eppure pronti a seder i loro pupilli su piedistalli che mai si sono meritati.
Farò di tutto per allevare i miei figli come è stato fatto negli anni passati, dai miei nonni, dai miei genitori. Probabilmente anche i miei coetanei sono stati cresciuti in modo positivo..ma chissà dove han perso la retta via?!

Il mio sito di viaggi.

Pubblicato 18 luglio 2013 da lapolemicadomata

Ho messo su un bel sito. Non il classico blog di viaggi. Ho provato a renderlo diverso. Più dettagliato. Non solo per incuriosire il lettore ma soprattutto per consigliarlo, aiutarlo, indirizzarlo.
È carino, ancora in piena lavorazione. Ancora da ampliare ma soprattutto perfezionare.
Ancora da far entrare come si deve nella cerchia dei travellers blog.
Qualche visita piove dal cielo. Altre sono una semplice curiosata di conoscenti.
Ieri un portale di viaggi pubblica un mio articolo. È piaciuto, ho ricevuto riscontri positivi da lettori sconosciuti maaaa…
…è possibile che uno, dico un solo amico non sia andato a metter un Mi piace, un commento?
Ci vuole un attimo. Nemmeno gli amici storici. Nemmeno dopo la mia puntuale pubblicità dell’avvenimento. Che tristezza.
E pensare che, presto, uno di loro arriverà a richiedere qualche favore che di certo mi impegnerà ben di più del “clic” che mi aspettavo da loro.

Autoinviti.

Pubblicato 17 luglio 2013 da lapolemicadomata

Io: “Ciao cara. Domani sono da sola, ti va di passare da me per un aperitivo?”
Lei: “Sì, bella idea! Lo dico anche a P.”
Ma anche no tesoro! Se volevo venisse anche P. son buona ad invitarla da sola no? Eppure poi faccio io la figura della maleducata.
Così ho disdetto tutto con una scusa. Non che P. mi stia sulle balle, anzi, ma gradirei decidere ancora io chi invitare o meno a casa mia, senza sentirmi obbligata.

È più semplice condividere idiozie.

Pubblicato 14 luglio 2013 da lapolemicadomata

Oggi son arrabbiata con tutta quella massa di pecoroni cerebrolesi che online pubblicano e condividono e copiano incredibili cazzate, imbarazzanti idiozie e stanche banalitá. E ovviamente non sanno mai riconoscere quando qualcosa merita. Quando è fatto col cuore. Quando insegna qualcosa. Quando vale.
Un m&m’s parlante attira molto più l’attenzione e i consensi del Taj Mahal ad Agra.
E allora pubblico una delle 7 meraviglie del Mondo senza esser minimamente considerata… o una caramella colorata diventando l’idolo delle folle?
Imbarazzante fin solo porsi la domanda.
Raccoglierò gli applausi lanciando bon bon, e terrò per me i bagagli più pesanti che però mi dan tanta soddisfazione!

Ladri al supermercato.

Pubblicato 6 luglio 2013 da lapolemicadomata

Hanno rubato il portafoglio a mia mamma. È lei dalla parte del torto – se si può dar ragione ad un ladro – che ha lasciato la borsa, aperta, sul carrello della spesa mentre pesava le verdure.
Una donna quarantenne straniera l’ha avvicinata chiedendo info su strani tipi di insalata. Mia mamma, affatto esperta, le ha dato comunque corda e, col senno di poi, probabilmente era il palo che distraeva il pollo durante il misfatto.
Ha sperato fosse stato semplicemente ripulito e gettato in un cestino del centro commerciale, ormai noto per i furti di ogni tipo, ma quale non lo è?! Ha sperato per niente. Neanche più lo scrupolo di far riavere – magari – almeno i documenti o le foto più care che mia mamma, come molti, usava portar sempre con sè.
Ora, scorrazzandola avanti e indietro per la provincia per denunce, richieste di copie di carta di identità, patente, codice fiscale, tessere di vari negozi e nuovo portafoglio, penso a quale cassonetto starà ospitando le mie foto più belle, insieme a quella più cara forse, della mia nonna che non c’è più.
E chissenefrega dei 60€ che ci hanno rubato: tutto lo spavento, la rabbia, il magone e il dolore quanto ci costano?!
Bastardi!

PAROLE DI GUSTO

Le dolci frivolezze di Lisa Lini

frigadindi

Impara la tua direzione da gente che non ti assomiglia

CAPITOLO 11- La Dona

In via delle "Parole Sparse"

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Garden tourist

Exploring garden design culture (Italian & English)

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Viaggiando con Bea

E' bello raccontarvi dei miei viaggi e dei miei esperimenti tra i fornelli

Carissima me,..LA FORZA DELLE DONNE!

Ci vorrebbe un supereroe per vendicare tutte le donne con il cuore spezzato..mi candiderei molto volentieri..sarei perfetta come Wonder Luppy!!! Carissima me,..#LEGGETE PER CREDERE!

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Affy

a fine binario

La Lunatica V.

Trova rifugio nella tua mente.

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Elisabetta Pendola, blogger per pochi

Le mie cicatrici sono come il sorriso sui sofficini