Uncategorized

Tutti i post nella categoria Uncategorized

Tagli tu o taglio io?

Pubblicato 30 dicembre 2014 da lapolemicadomata

Ma ditemi, voi come combattete quello scoglio che è la parrucchiera?
Insomma, io non ho mai visto categoria con ostinazione più spiccata.
Qualsiasi cosa io chieda, alla fine esco sempre con in testa quel che vuole lei. Sempre.
E ne ho cambiate già diverse. E ho provato col sesso maschile. Nulla.

Vedi già il loro sguardo, quando descrivi da profano cosa vorresti per la tua testa, testa che ogni giorno ti porti a spasso tu, che ogni mattina devi domare tu.
Lo vedi già nei loro occhi che stai chiedendo qualcosa che non verrà esaudito perchè per te hanno in serbo ben altro.

Ma poi, qualcuna di voi è riuscita a non pagare la prestazione se insoddisfatta del lavoro?
No, tanto per sapere.
Perchè se stiamo a vedere, in certi casi ci starebbe quasi un rimborso per danni.

Annunci

Smartphone e alcool non vanno d’accordo!

Pubblicato 23 dicembre 2014 da lapolemicadomata

Anni fa, quando bevevo un bicchiere in più, dovevo tenermi alla larga del cellulare perchè rischiavo di scrivere qualche confessione amorosa ad un ex mai dimenticato.

Oggi, ben diverso.
Con un bicchiere in più c’è sempre da star lontano dallo smartphone, ma il rischio è quello di mandare affanc… metà della gente che, ahime, conosco.

Salto di qualità – botta di culo.

Pubblicato 12 ottobre 2014 da lapolemicadomata

Domani mi attende un colpaccio lavorativo. Uno di quei salti di qualità che non passeranno sicuramente inosservati. Ne avevo bisogno, soprattutto per me.
Ed è caduto dal cielo, all’improvviso. Che quasi mi puzza. Sarà mica una bufala?

Certo nessuno può biasimarmi se navigo costantemente nel mio mare di diffidenza e pessimismo…

Troppa gentilezza poi non paga…

Pubblicato 31 marzo 2014 da lapolemicadomata

Oggi ho dovuto spiegare alla mia inquilina che errori e superficialità fatti da più persone sui conti condominiali hanno fatto esattamente raddoppiare il costo delle spese.
So quanti sacrifici fa quella donna, con una figlia a carico. Per poco non mi sveniva in salotto.
È entrata in panico.

Io, già pronta al sacrificio, le ho detto che rinuncio a parte del mio affitto per non farle pagare una lira in più del pattuito. Per poco non vado in perdita. E raramente quando faccio gesti simili dopo qualcuno non me ne fa pentire.
Spero sia diversa questa volta. Spero che chi di dovere veda tutta la mia buona intenzione. Spero di non prendermela nel culo come capita immancabilmente a chi è onesto e generoso.

Eppure sti soldi servirebbero anche a me…

Adesso mi avete rotto!

Pubblicato 28 marzo 2014 da lapolemicadomata

Non è semplice fare certi mestieri in una piccola città di provincia.
Ti guardano storto, i più nemmeno capiscono cosa tu faccia. I restati manifestano invidia nei modi più disparati. E quelli che più mi infastidiscono si dividono in due categorie: i finti ammiratori e quelli che ti parlano come se fossi l’eletto a cui tutto piove dal cielo.

Non hanno proprio capito che TUTTI facciamo sacrifici per raggiungere quel che desideriamo!

Nessuno pensa a quel che rinuncio per permettermi economicamente, e non solo, i viaggi che mi consentono poi di trasformare le mie esperienze in un lavoro che loro mi invidiano.
Nessuno pensa alle ore di lavoro sul pc, per studiare il percorso, per trovare le offerte, per scrivere testi, correggerli, sistemare supporti foto e video, frequentare corsi di marketing online, di seo, gestire un blog professionale, tutti i social, da quando apro gli occhi la mattina fino all’1 o 2 di notte.
Non pensano nemmeno a quante serate e nottate faccio lontano da mio marito causa lavoro: per loro le ferie sono un dono divino riservato a me. Anche per quanto riguarda i soldi, penso sospettino di un albero di 100€ nel mio giardino.
“Vorrei farle io ste fatiche…” “Ehhh se questi fossero i miei problemi quotidiani…”

Alla prossima provocazione so cosa voglio rispondere.
“E perchè non l’hai fatto anche tu?”, dirò.
Perchè non avevi voglia di studiare inglese da ragazzino? Perchè non stai sveglio fino alle 2 per imparare cose che fino a pochi mesi fa non sapevi esistessero? Perchè il weekend in famiglia è sacro e all’aperitivo del venerdì sera non rinunci? Perchè quando vai in vacanza ti piace sciallarti con un mojito al sole servito e riverito senza sbatterti come un matto? Perchè pensi che un figlio sia il dono più grande del mondo ma quando senti dei miei viaggi sei geloso da mangiarti le mani? Perchè ‘se non hai borsetta e sandali abbinati del negozio più in non sei nessuno’? Perchè non sai nemmeno dove iniziare ad organizzare un viaggio da solo e affidandoti sempre ad una agenzia sei convinto che andare in Thailandia costi per forza uno sproposito (poi fai 10 gg in Liguria e spendi il triplo)?

Ma non credo che capiranno. Invidiare gli altri senza porsi queste domande è molto più semplice.

Si ritorna ad ovest.

Pubblicato 19 febbraio 2014 da lapolemicadomata

Domani si parte. Volo intercontinentale, si torna oltre oceano Atlantico.
Sarà il primo viaggio da travel blogger ufficiale, dichiarata, semi professionista.
Ma non potrò sfruttare appieno fama e follower perchè purtroppo il Paese che ci ospiterà non è molto propenso al wifi.

Sono emozionata, come se dovessi dimostrare qualcosa.
In verità quel che devo dimostrare lo devo dimostrare solo ed esclusivamente a me stessa.
Non voglio più parlare di vacanze ma di viaggi. Che, se ci pensate bene, c’è una bella differenza.

Senza nulla togliere alla vacanza, dove ci si rilassa e diverte, il viaggio ti riempie di emozioni, nozioni, esperienze. Spesso dal viaggio torni più stanco di prima e allora lì sì che ci andrebbe una vacanza, dopo.

Non ho deciso di diventare viaggiatrice perchè ora sono una travel blogger e devo acquisire nozioni da scrivere, devo fare la figa per attirare lettori… no!
Da qualche tempo le nostre trasferte si sono trasformate in viaggi. Sempre più profondi e più personali. Senza che ci ponessimo l’obiettivo. Senza pianificarlo, senza essere influenzati da nessuno.
Siamo cresciuti, siamo cambiati e vogliamo di più.
Non cerchiamo relax ma appagamento. Vogliamo tornare carichi e non solo di souvenir.

Vogliamo un bagaglio. Quelle esperienze che ti fanno sentire colto e ricco come null’altro potrebbe fare. E siamo fieri di noi.

PAROLE DI GUSTO

Le dolci frivolezze di Lisa Lini

frigadindi

Impara la tua direzione da gente che non ti assomiglia

CAPITOLO 11- La Dona

In via delle "Parole Sparse"

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Garden tourist

Exploring garden design culture (Italian & English)

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Viaggiando con Bea

E' bello raccontarvi dei miei viaggi e dei miei esperimenti tra i fornelli

Carissima me,..LA FORZA DELLE DONNE!

Ci vorrebbe un supereroe per vendicare tutte le donne con il cuore spezzato..mi candiderei molto volentieri..sarei perfetta come Wonder Luppy!!! Carissima me,..#LEGGETE PER CREDERE!

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Affy

a fine binario

La Lunatica V.

Trova rifugio nella tua mente.

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Elisabetta Pendola, blogger per pochi

Le mie cicatrici sono come il sorriso sui sofficini