Amici

Tutti gli articoli con tag Amici

Condivido solo se NON ti conosco.

Pubblicato 26 dicembre 2014 da lapolemicadomata

Spesso i contenuti che pubblico sulle mie pagine professionali dei social networks (post, informazioni, immagini, racconti…) vengono condivisi da completi estranei. Mai da amici.

Da questo deduco che nel mio settore faccio un buon lavoro. E che ho amici di merda!

Annunci

E voi, mi aiutate?

Pubblicato 23 settembre 2013 da lapolemicadomata

Volete aiutarmi?
No perchè anche senza chiedere soldi in prestito, quando si chiede un favore agli amici, pure quelli stretti, spariscono tutti, o quasi.
Complici nuovi approcci poco fisici e diretti ma più tecnologici, in rete, i silenzi sono all’ordine del giorno.
Anche se la richiesta è minima.
Anche se mi sto ammazzando per entrare nel mondo strasaturo – cit. The Simpsons – dei travelblogger e quel che chiedo è un veloce e banalissimo supporto mediatico.
Chiedo un Mi Piace, un piccolo commento su qualche mio racconto, cose da 2 minuti, una bazzecola soprattutto per chi, tanti di loro, passa online la maggior parte della giornata e magari condivide su fb ogni minima cazzata ma non gli viene in mente di condividere una foto di una amica che sta cercando di inventarsi un mestiere dal nulla.
Qualcuno usa persino la scusa della timidezza…non c’è limite al coraggio però, a quanto pare!

E allora chiedo a voi, frequentatori e amanti dei blog, delle letture, del condividere e del sognare – a volte con gli occhi degli altri -. Vi va di aiutarmi? In cambio posso regalarvi dei viaggi per il mondo, con curiosità ed emozioni per tutti i gusti. Basta che vi sediate sul divano: leggete e condividete le vostre emozioni.
Chiedetemi il link in privato!
E grazie!

Abbuffata di Ferragosto, in tre.

Pubblicato 15 agosto 2013 da lapolemicadomata

Ed eccoci alla fatidica ora di cena, dopo la consueta grigliata di ferragosto (oddio, consueta, a volte non facciamo un bel niente!). Vedi che arrivano le 20 e quasi schifi l’idea di ingurgitare ancora qualcosa. Per non parlare di quella splendida e rossa carne avanzata dal pranzo. Ancor da cuocere. Messa da parte apposta per la manche serale.
Ci guardiamo negli occhi senza proferir parola, dopo la rigorosa e necessaria dormitina pomeridiana. Sguardo stralunato, leggero mal di testa da tarda digestione. “Sei a casa dal lavoro per due giorni, rigrigliamo domani vah…”. Accolto all’unanimità. Tanto siamo solo noi due. E a pranzo eravamo solo in tre: io, lui e mia mamma.
Far su qualche amico nelle ‘occasioni speciali’ diventa un’impresa biblica. Così nemmeno più ci proviamo, mi evito nervosi inutili o depressioni da abbandono.
E ci ritroviamo noi tre, la nostra famiglia. Senza ansie da prestazione (i miei pranzi/aperitivi/cene hanno una buona fama e divento matta per dare il meglio), tempi obbligati, pulizie da manicomio, divisioni della spesa che ci vai sempre a perdere…
Questa volta è stata una buona forchetta anche mia mamma, stranamente di compagnia. Che di solito si lamenta e basta, non mangia mai nulla e ambisce spasmodicamente al momento in cui può alzarsi per andar a fumare una sigaretta. (Che si alza poi quando vuole e si mette a gironzolare per il giardino fin quando si ripresenta, stanca, che vuol tornare a casa sua!)
Ci siamo rimpinzati per bene. Frittatina di cipolle, antipasto con tonno e fagioli, 4 tipi di carne alla brace e tomino, crostata di frutta con bicchiere di Malvasia (non la nostra, per carità, nessuna esplosione atomica!!)
Che dite, per cena, un bel passato di verdura con crostini? Che non fa nemmeno tutto questo caldo ora…

È un vero pacco…regalo.

Pubblicato 3 marzo 2013 da lapolemicadomata

È corretto valutare l’affetto che un amico prova nei tuoi confronti in base alla qualità dei regali che sceglie per te? Istintivamente si grida allo scandalo. Nooooo! Non si devono fare simili valutazioni!! È il pensiero che conta! Ognuno sceglie in base alle sue possibilità economiche! E via dicendo di frasi fatte da perbenisti….
Ma provando a superare queste ipocrisie, quando un caro amico per Natale ti regala una candela e ti racconta quanto sono prestigiosi gli interni dell’auto che si è appena comprato… O ti lascia in dono un paio di calze lanciando il sacchetto nel tuo giardino perchè non aveva tempo di suonarti il campanello… O ancora appare improvvisamente dopo mesi con un “pensiero” palesemente riciclato e corredato di richiesta di favori…
Cancellerò qualche compleanno dal calendario e il prossimo Natale comprerò meno carta da pacchi…!

PAROLE DI GUSTO

Le dolci frivolezze di Lisa Lini

frigadindi

Impara la tua direzione da gente che non ti assomiglia

CAPITOLO 11- La Dona

In via delle "Parole Sparse"

L'AlTrO (lato)

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Garden tourist

Exploring garden design culture (Italian & English)

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Viaggiando con Bea

E' bello raccontarvi dei miei viaggi e dei miei esperimenti tra i fornelli

Carissima me,..LA FORZA DELLE DONNE!

Ci vorrebbe un supereroe per vendicare tutte le donne con il cuore spezzato..mi candiderei molto volentieri..sarei perfetta come Wonder Luppy!!! Carissima me,..#LEGGETE PER CREDERE!

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Affy

a fine binario

La Lunatica V.

Trova rifugio nella tua mente.

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Elisabetta Pendola, blogger per pochi

Le mie cicatrici sono come il sorriso sui sofficini